E’ uno dei quattro protagonisti della nostra linea – insieme a olio di babassu, burro di murumuru e guaranà – dal profumo inebriante e proprietà nutritive, utilizzato nella cosmesi brasiliana sin dai tempi pre-colombiani: stiamo parlando dell’olio di cocco.

Questo attivo brasiliano si ottiene dalla spremitura a freddo delle noci della Cocos Nucifera, pianta che cresce nelle zone umide, come l’Amazzonia. L’estratto oleaginoso diventa così la materia prima di questo prodotto, utilizzato sia nella cosmesi che in altri ambiti, come la cucina.

Ma quali sono le proprietà dell’olio di cocco? E qual è il suo utilizzo in ambito cosmetico?

Le proprietà

L’olio di cocco è conosciuto soprattutto per le sue proprietà nutritive, in grado di combattere la secchezza di capelli e pelle, donando maggiore elasticità e morbidezza.

La concentrazione di acido laurico gli conferisce un alto contenuto di grassi saturi, ideali per la nutrizione della pelle, nonché la sua idratazione. Per questo l’olio di cocco viene riconosciuto come un valido alleato contro la disidratazione.

Non solo, l’olio di cocco è anche naturalmente ricco di vitamine A e B. Grazie alla loro presenza, questo attivo assume proprietà antiage e di antiossidante naturale, contrastando i raggi ultravioletti che danneggiano il collagene e prevenendo la formazione di rughe.

L’olio di cocco ha anche proprietà di antisettico: la sua forte azione lenitiva è in grado di calmare le irritazioni cutanee e dare così sollievo alla pelle.

Come utilizzare l’olio di cocco

L’olio di cocco ha davvero tantissimi utilizzi, in diversi ambiti. Per quanto riguarda il campo cosmetico, questo attivo viene utilizzato sia sulla pelle che sui capelli come agente di morbidezza ed elasticità.

In generale, tutti possono applicare l’olio di cocco sulla propria pelle, salvo eventuali allergie o intolleranze. Chi ha la fortuna di avere già una pelle morbida e che non tende a seccarsi o screpolarsi, può utilizzarlo in ottica di prevenzione o semplicemente come rituale di relax. Per chi invece ha una pelle più sensibile e tendente al secco, l’azione lenitiva dell’olio di cocco può aiutare nella cura di arrossamenti e screpolature.

Sul viso, l’olio di cocco può essere utilizzato principalmente per due scopi. Uno lo abbiamo già citato, ovvero la riduzione di secchezza della pelle attraverso una maggiore idratazione e nutrizione. In questo caso è particolarmente indicato sia a chi ha la pelle secca, che a chi vuole contrastare i segni dell’età. Un ulteriore utilizzo è quello contro gli inestetismi dell’acne: il suo effetto antisettico riduce l’irritazione, mentre la sua funzione riequilibrante per la produzione del sebo favorisce il calo delle eruzioni.

Applicato sui capelli, l’olio di cocco dona un effetto nutriente. Le sue proprietà aiutano a rinforzare le fibre dei capelli, rendendoli più sani, forti e resistenti, oltre che più morbidi, per questo è particolarmente indicato a chi ha capelli secchi, crespi o doppie punte. Ma non solo, serve anche a nutrire la cute e quindi ridurre forfora e curare eventuali screpolature.

Author Redazione